Notiziario Culturale

28 febbraio 2008

Universitas Vivariensis

 

A Cittadella del Capo sabato 1° marzo

Escrivá in Calabria

Due mostre, un annullo postale

e la presentazione del libro

della giornalista Assunta Scorpiniti

 

 

L'annullo postale del 1° marzo 2008 a Cittadella del Capo

Il fondatore dell’Opus Dei, San Josemaria Escrivà, nel giugno 1948, durante un viaggio apostolico, per tre giorni sostò in Calabria. Quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario di quella presenza; per farne memoria e per far conoscere il pensiero e l’opera del prete spagnolo è stata organizzata una giornata di incontri che sabato 1 marzo avrà luogo presso l’Hotel Palazzo del Capo a Cittadella di Bonifati, dove, nell’occasione, funzionerà un Ufficio Postale temporaneo per il relativo annullo filatelico.
La manifestazione, voluta dall’Accademia dei Fiumi, in collaborazione con il Gruppo Poste italiane, si svolgerà con un articolato programma. L’inizio è per le ore 10.30 con l’apertura di due mostre: la prima, fotografica, dedicata a San Josemaria Escrivà sarà illustrata dal prof. Mario Caligiuri docente all’Unical; l’altra, filatelica, intitolata «Arte sacra in Calabria», è curata dal Circolo filatelico Città di Cariati e sarà spiegata ai visitatori da Gennaro Cosentino; a seguire ci sarà la proiezione di un filmato sul fondatore dell’Opus Dei.
Nel pomeriggio, per le ore 17.00, è prevista una Messa nella Chiesa parrocchiale di Cittadella, concelebrata dal vescovo di San Marco-Scalea, mons. Domenico Crusco, da mons. Juan Carlos Dominguez e dal parroco don Giovanni Celia.
Alle 18.00 verrà presentato il volume di Assunta Scorpiniti, “La Calabria di Escrivà”, recentemente pubblicato dalla casa editrice cosentina Progetto 2000; porteranno il loro saluto il sindaco di Bonifati Antonio Goffredi, il direttore della filiale di Castrovillari di Poste italiana Fabrizio Gaudio e il decano dell’Unical Giuseppe Frega; del libro, oltre all’autrice e all’editore Demetrio Guzzardi, parleranno il prof. Mario Caligiuri e mons. Juan Carlos Dominguez, rettore dell’istituto internazionale “Sedes Sapientae” di Roma. L’incontro, che sarà moderato dal giornalista Umberto Tarsitano, terminerà con le conclusioni di mons. Crusco.
La giornalista Assunta Scorpiniti ha pubblicato nel volume gli esiti del suo itinerario sulle tracce del fondatore dell’Opus Dei, delineando la prima storia della presenza in terra di Calabria dell’Opera fondata da San Josemaria Escrivà; fondamentale per ricostruire le tappe del viaggio calabrese, la testimonianza di mons. Luigi Tirelli Barilla, nativo di Reggio Calabria e primo italiano ad essere ordinato sacerdote per l’Opus Dei.
Escrivà, con 4 compagni di viaggio, fece sosta a Scalea il 18 giugno 1948 e pernottò nella pensione Barbarello; il passaggio, dal 20 febbraio 2005, è ricordato con una targa, voluta dall’amministrazione comunale.


la copertina del libro


 

per ulteriori informazioni clicca qui

 

www.editorialeprogetto2000.it

www.accademiadeifiumi.it