«Quando le ondate barbariche posero fine all’impero romano, portando distruzione e morte, un uomo della vostra terra, il dotto Cassiodoro, fondò qui, a pochi chilometri da Catanzaro, il suo celebre Vivarium, nome auspicale, perché fosse un centro di alta spiritualità e insieme di cultura viva, rivolto a salvare il patrimonio greco-romano e a trasformare pagani e barbari in un nuovo popolo di uomini credenti e liberi: tutta la vostra cultura e il risultato di una fusione di civiltà lievitata dal cristianesimo»
San Giovanni Paolo II

Premio Flavio Magno Aurelio Cassiodoro Senatore


Riconoscimenti a personalità che operano
e risiedono in Calabria, che si sono distinte nella ricerca e nell'elaborazione culturale, economica e sociale.

L'Universitas Vivariensis da anni sta cercando di dire che c'è questa coniugazione di più culture, di una cultura plurale... Cassiodoro fu un personaggio della storia calabrese. Fu l'ultimo romano e il primo europeo, quindi ci sembra giusto che la Calabria ricordi questo grande Personaggio.

Demetrio Guzzardi
Ideatore del Premio Cassiodoro


Il Premio Cassiodoro è un'altra vetrina di quanto di buono e di bello possiamo proporre come Calabria, soprattutto come persone. Delle persone che hanno lavorato e che hanno dato molto alla Calabria rappresentandola positivamente, nella nostra Regione, in Italia e nel mondo.

Stefano Vecchione
Presidente del Premio Cassiodoro

2019: DICIASSETTESIMA EDIZIONE

Memoria e bellezza


Andrea Monda

Consegna il riconoscimento il vescovo di Lungro mons. Donato Oliverio

Direttore "L'Osservatore Romano"

Andrea Monda è rimasto sempre molto legato alle sue origini cosentine. Avvocato, docente di religione cattolica, giornalista, conduttore televisivo, scrittore, tra gli ideatore di "Bombacarta", un'associazione di scrittura creativa. Dal 18 dicembre 2018 è il dodicesimo direttore della storica testata del quotidiano della Santa Sede. In tutte le attività ha fatto sua la frase: "Fare il bene, farlo bene, farlo insieme; perché da soli ci perdiamo, insieme ci salviamo". Più volte, in questi ultimi tempi, papa Francesco ha citato brani degli editoriali del direttore Monda, pubblicati sulla prima pagina de "L'Osservatore Romano".

Antonio Lotito

Consegna l'attore Carmelo Giordano, ritira il riconoscimento la mamma

Cantante lirico

Antonio Lotito, una vita per la musica e il bel canto. Nel 1979 entra come "basso" nel Coro della Cattedrale di Lungro e l'anno dopo ne è il solista. Nel 1988 al Conservatorio di Cosenza consegue il titolo di cantante lirico; avrebbe desiderato continuare a studiare per diventare direttore d'orchestra, ma ha dovuto rinunciare per motivi di salute. Neanche la distrofia muscolare, però, ha fermato il suo amore per l'arte musicale, partecipando a iniziative benefiche per diversamente abili. La sua determinazione ad affrontare le difficoltà lo pongono come un testimone di speranza e di ottimismo, perché, come ama dire: "Ognuno ha un compito unico e speciale nella vita".

papàs Antonio Bellusci

Consegna il riconoscimento Mario Greco

Fondatore Biblioteca internazionale

Il protopresbitero Antonio Bellusci, nativo di Frascineto, è da considerare un intellettuale apripista; ha cercato in diverse modalità di allacciare contatti con i discendenti di Skanderbeg dispersi nel mondo. Pastoralmente è stato comunicativo e innovativo nelle parrocchie dove ha operato (Falconara Albanese e Cosenza). Ha fondato e diretto giornali e periodici, (Vatra Jone e Lidhja) ha pubblicato libri e ha seguito come docente numerose tesi di laurea sul mondo arbëresh. Ha dato vita e gestisce un'importante biblioteca tematica presente anche sul web.

Gaetano Gianzi

"Corigliano per la fotografia"

Josif Droboniku

Consegna il riconoscimento il presidente del Premio Cassiodoro Stefano

Artista - iconografo

«Il mosaicista di Dio», così è stato definito l'artista albanese Josif Droboniku, che nel 1990, con la moglie Liliana Prifti, ha lasciato la sua patria per cercare fortuna in Italia; provvidenziale l'incontro con uno studente del Collegio greco di Roma che l'ha invitato a conoscere la realtà dei paesi arbëreschë della Calabria. Icone da lui scritte sono presenti in tutte le Chiese dell'Eparchia di Lungro; le sue opere hanno contribuito a far diventare la Cattedrale di Lungro la più importante Chiesa bizantina in Italia. Le Poste Vaticane, nel 2019, hanno utilizzato il suo mosaico del Cristo Pantocrator per il francobollo celebrativo dei 100 anni dell'Eparchia di Lungro.

Lucia Martino

Consegna il riconoscimento il sindaco di San Benedetto Ullano Rosaria Capparelli

Animatrice culturale

Per Lucia Martino le radici sono la principale fonte di ispirazione delle sue multiformi attività culturali: dall'insegnamento al teatro in lingua arbëreshe, dalla gastronomia all'ospitalità, fino alla direzione dell'associazione "Vorea". A Frascineto, il centro dove è nata e vive, vorea è il vento di tramontana, che dal mondo popolare è considerato un personaggio: impetuoso, penetrante, rinnova l'aria, riconsegnando sempre un cielo limpido. L'universo culturale di Lucia Martino ha un respiro quasi poetico e l'essere restata ad operare nel proprio territorio è l'esempio di una sfida vinta che le nuove generazioni possono prendere a modello.

Mimmo Sancineto

Consegna il riconoscimento papàs Pietro Lanza

Editore "il Coscile"

Da 50 anni Mimmo Sancineto, pittore, artista, operatore culturale, giornalista, editore, accompagna il cambiamento delle comunità del Pollino. La sua pittura luminosa è il trionfo della vita, della speranza e della gioia di vivere. Tante le iniziative messe in atto: dalla Galleria d'arte moderna "il Coscile", al gruppo culturale "Alternativa Sud", alla nascita nel 1984 della sua casa editrice che ha già pubblicato un migliaio di volumi e la rivista "Apollinea", bimestrale dedicato al territorio del Parco nazionale del Pollino. Negli anni "il Coscile" ha dato voce a numerosi studiosi, anche dei paesi dell'Eparchia di Lungro, proponendo un'altra visione della nostra storia.

don Dante Bruno

Consegna il riconoscimento papàs Elia Hagi

Fondatore "Regina Pacis"

L'esperienza cristiana fa nascere sempre, «in chi la vive con consapevolezza», l'attenzione agli ultimi. Don Dante Bruno ha imparato sin dall'adolescenza, guardando il modo di agire della sua mamma, cosa vuol dire stare accanto a chi è nel bisogno. Dopo alcuni anni di sacerdozio, in risposta ad una serie di richieste di aiuto, don Dante ha dato l'avvio all'Associazione "Comunità Regina Pacis", che si interessa del recupero dei tossicodipendenti, di accoglienza per donne in difficoltà, infanzia abbandonata e assistenza ai diversamente abili. Ha dato inoltre vita alla Fondazione internazionale "Spezza il pane" per rispondere all'appello di Cristo: «Avevo fame e mi avete dato da mangiare».

Coro polifonico
della Cattedrale di Lungro

Consegna il riconoscimento il direttore della sede Rai della Calabria Demetrio Crucitti, ritira il direttore del Coro padre Michael

Già dall'istituzione dell'Eparchia di Lungro, 100 anni fa, da parte del pontefice Benedetto XV, il primo vescovo mons. Giovanni Mele costituì il Coro polifonico della Cattedrale per valorizzare il patrimonio culturale, teologico, spirituale e artistico della tradizione bizantina. Il Coro, da sempre, comunica la bellezza del canto nel sostegno alla celebrazione della Divina Liturgia. Diversi i direttori che hanno avuto l'onore di dirigerlo e numerosi i fedeli che ne hanno fatto parte, cantando la gloria a Dio.

Consegna dei riconoscimenti
Casa della musica «Vincenzo Straticò» - Lungro (Cs)

Giovedì 29 agosto 2019 ore 21,30

Tutte le edizioni


Comunità della memoria

2018

San Pietro in Guarano (Cs)

Conoscere, studiare e raccontare la Calabria è già cambiarla

2017

Camigliatello Silano (Cs)

«La disperazione più grave che possa impadronirsi di una società è il dubbio che vivere rettamente sia inutile»
(Corrado Alvaro)

2016

Camigliatello Silano (Cs)

«Un impegno per ciascuno, ognuno al suo lavoro»
(T.S. Eliot)

2015

Camigliatello Silano (Cs)

Insieme... e di più

2014

Camigliatello Silano (Cs)

La creatività
del FARE

2013

Camigliatello Silano (Cs)

Sempre dalla parte della Calabria

2012

Camigliatello Silano (Cs)

Unità, meridionalità, operosità e solidarietà

2011

Camigliatello Silano (Cs)

Presenza e non oblio

2010

Camigliatello Silano (Cs)

Confini

2009

Savelli (Kr)

Orizzonti e sguardi sul nostro mare

2008

Terravecchia (Cs)

Ricorrenza del V centenario della scomparsa di San Francesco di Paola

2007

Paola (Cs)

Il viaggio tra emigrazione, immigrazione e conoscenza di altri mondi

2006

Paola (Cs)

Ricordando Giovanni Paolo II

2005

Paola (Cs)

Progetti per il futuro

2004

Cerisano (Cs)

Un impegno
per il bene comune

2003

Cerisano (Cs)


Istituto di studi, ricerche, formazione e servizi per la valorizzazione,
tutela e divulgazione del patrimonio culturale ed ambientale.

Sede legale e di rappresentanza
Cosenza - Via Padolisi, 9
Palazzo Orsomarsi